24^ Rassegna Internazionale del Presepio

Filed under:Natale,Veneto — scritto da claudia il 23 novembre 2007
Nell’Arena di Verona dal 1  dicembre 2007  al 20 gennaio 2008
AL VIA LA 24^ RASSEGNA INTERNAZIONALE DEL PRESEPIO
PATROCINATA DALL’UNESCO

Dal 1 dicembre prossimo e sino al 20 gennaio 2008, la 24^ edizione della Rassegna Internazionale del Presepio nell’Arte e nella Tradizione vedrà esposte, nella suggestiva ambientazione degli arcovoli dell’Anfiteatro Arena di Verona, oltre 400 opere provenienti da quasi tutti i Paesi del mondo: Francia, Spagna, Slovenia, Polonia, Svizzera, Germania, Austria, Repubblica Ceca, Portogallo, Perù, Africa, America Latina, Cuba, Corea, Cina, Giappone, Filippine, Thailandia, Cile, Egitto, Uruguay, Madagascar e tanti altri ancora.

Come ogni anno, a testimoniare l’arrivo del Natale e, quindi dei presepi, sarà la famosa Stella cometa, archiscultura in acciaio alta 70 metri (con un peso di 78 tonnellate)  Per allestirla è stata impiegata la più potente gru presente in Europa. Una copia in miniatura è stata donata a Papa Giovanni Paolo II, Gorbaciov e Reagan. Quest’ultimo utilizzò l’immagine della stella, in occasione del messaggio di fine anno agli americani, come simbolo di pace e fratellanza nel mondo. Essa è divenuta oramai simbolo non solo della Rassegna stessa bensì del Natale a Verona e, simbolicamente nel mondo. L’esposizione è particolarmente suggestiva come pure  l’ambientazione che la trasforma in una mostra-spettacolo in cui musica, luce e proiezioni contribuiscono a creare un’atmosfera correlata con gli oggetti esposti: un modo per trasformare il visitatore da semplice spettatore in attore tra sculture e oggetti connessi non solo con il presepio tradizionale, ma anche con l’arte.

La mostra, organizzata dalla Fondazione Verona per l’Arena, ideata e curata da Alfredo Troisi e realizzata grazie alla collaborazione del Comune di Verona, della Camera di Commercio I.A.A.,della Regione Veneto e della Provincia di Verona e di aziende private, raccoglie  opere artistiche provenienti da musei, collezionisti, presepisti e appassionati di tutto il mondo, continuando ad ottenere grandi consensi e riconoscimenti ogni anno. Essa si rinnova totalmente ad ogni edizione presentando opere d’arte e presepi mai visti prima.

Molte le sezioni speciali della Rassegna: una sezione sarà dedicata al tema “La vita di Gesù”, in collaborazione con l’Accademia d’Arte e Artigianato Artistico di Verona.

Le altre sezioni speciali saranno dedicate all’arte presepiale veneta, a quella siciliana con opere che rappresentano la tradizione del Natale in queste regioni, alla scultrice croata Margareta Kristic e all’Associación de Belinistas de Alicante con nuovi venti diorami scelti tra i più significativi.

La Rassegna ha come tema quest’anno “Personaggi del Presepio”, che diventa il simbolo dell’esposizione, un invito al visitatore a soffermarsi sulla molteplicità dei modi di rappresentare i personaggi che formano il presepio, così come è stato ideato nel 1223 da San Francesco d’Assisi. Una pregiata scultura del Santo è stata appositamente realizzata dal maestro Lino Agnini ed è collocata emblematicamente all’inizio del percorso.

La parte centrale della Rassegna ospiterà un presepio di enormi proporzioni, più di 100 m², il più grande esposto in Arena, realizzato dalla Confraternita Jesina dei “Mastri Presepai”. L’opera si sviluppa su tre linee narrative: gli episodi del Natale, dall’Annunciazione alla fuga in Egitto; i lavori di un secolo fa ambientati in caratteristici scorci della vita della Vallesina e Marchigiana; le relative tradizioni folcloristiche natalizie.

Quattrocento, come sopra ricordato, sono i presepi esposti, di diverse dimensioni realizzati con diverso materiale dai più importanti presepisti del mondo. Tra le molteplici curiosità un gigantesco presepio meccanico con figure in movimento ed effetti speciali che affascinerà grandi e piccini, opera realizzata dall’artista Divo Pettorossi in collaborazione con gli Amici del Presepe di Penna in Teverina (Tr).

Una sezione della mostra, che anche quest’anno ripropone il nuovo percorso più funzionale alle esigenze dei visitatori oltreché offrire una maggiore superficie espositiva, ospiterà i famosi diorami spagnoli dell’Associación de Belinistas de Alicante – parola che significa rappresentazione di luoghi, persone ed oggetti eseguita con particolari tecniche di illuminazione . Si tratta di vere e proprie "scatole magiche",  in cui il gioco delle luci dilata ampiamente la visione frontale fino ad ottenere raffinate illusioni di prospettiva.

Dal 1982, da quando Don Antonio Molinè realizzò un prototipo, il diorama presepistico è entrato a far parte della tradizione prima spagnola e poi diffusasi in altri paesi, perfezionandosi nel tempo con straordinaria efficacia. Audacissime prospettive intonate a colori naturalistici  sono le curiosità costruttive che attirano l’interesse dei visitatori della Rassegna.

Naturalmente anche quest’anno ogni regione italiana sarà presente all’interno della Rassegna con le proprie tradizioni presepistiche  tra queste citiamo il Lazio, la Campania, il Piemonte, la Lombardia, il Veneto, l’Emilia, la Sicilia, l’Abruzzo, la Basilicata, la Toscana, l’Umbria, la Sardegna, le Marche, il Friuli Venezia Giulia. Tutte le opere rappresentano le peculiarità tipiche delle tradizioni locali contribuendo così ad arricchire il patrimonio artistico nazionale.

Inoltre, ricco il programma di avvenimenti e rappresentazioni che si terranno durante tutto il periodo natalizio sotto la Stella cometa, in particolare ricordiamo l’ormai famoso e spettacolare evento dell’arrivo dei Re Magi il 6 gennaio sempre sotto la Stella cometa che appassiona ogni anno decine e decine di migliaia di persone.

INFORMAZIONI:
La Rassegna sarà aperta tutti i giorni, compresi i festivi, dal 1 dicembre 2007 al 20 gennaio 2008 con orario continuato dalle 9.00 alle 20.00. Il prezzo del biglietto è di 7 euro intero, 6 euro ridotto per le comitive, 4 euro speciale scuole.
Ulteriori informazioni: 045 592544
info@veronaperlarena.it
www.presepiarenaverona.it

Il Presepio nel Mondo nell’Arte e nella Tradizione

Filed under:Natale,Piemonte — scritto da claudia il 13 novembre 2007
Il Presepio nel Mondo nell’Arte e nella Tradizione
“…come tutti i popoli del mondo interpretano  l’evento della Natività”
Ricordando Papa Giovanni Paolo II
Castello di Govone (CN), 25 novembre 2007- 13 gennaio 2008

Dal 25 novembre prossimo sino al 13 gennaio 2008, si svolgerà, presso il Castello di Govone, (Cuneo), la 1^ edizione della mostra “Il Presepio nel Mondo nell’Arte e nella Tradizione – “…come tutti i popoli del mondo interpretano l’evento della Natività” Ricordando Papa Giovanni Paolo II. L’iniziativa è organizzata dall’Associazione Culturale “Generazione” con la collaborazione del Comune di Govone, della Regione Piemonte e della Provincia di Cuneo.

La rassegna, vedrà esposte, nella suggestiva ambientazione del Castello appartenuto a Carlo Felice di Savoia e Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, un centinaio di presepi  provenienti da tutti i Paesi del mondo: Francia, Spagna, Slovenia, Polonia, Svizzera, Germania, Austria, Repubblica Ceca, Portogallo, Perù, Africa, America Latina, Cuba, Corea, Cina e Giappone.
    La Rassegna suscita nel visitatore una particolare suggestione ed emozione. I presepi, realizzati con diversi materiali quali la madreperla, il legno d’ulivo, la terracotta, il cartongesso, la stoffa, ecc. sono di notevole valore artistico e provengono da alcuni dei Musei più importanti e da collezioni private. Le dimensioni variano dai grandi presepi (2-3 metri di larghezza, con 2-3 metri di profondità), ai medi (fino a 2 metri di larghezza e 2 metri di profondità), ai piccoli presepi.
  
    Gli oggetti esposti fanno parte di due mondi in un certo senso integrati: quello dello spettacolo – i presepi si possono infatti assimilare a delle sacre rappresentazioni fisse – e quello museografico – per certe caratteristiche scultoree di pregio e per la dimensione di alcuni personaggi scolpiti e modellati nei secoli passati. Il primo richiede luci ed ombre, suoni e colori tipici dello spettacolo, il secondo spazi ampi e luci ben dosate. In virtù di tali caratteristiche l’allestimento è realizzato valorizzando i singoli interventi (presepi di varie provenienze) e dando giusto rilievo ai singoli pezzi, presentati al di fuori del loro contesto originario. Nasce così una mostra-spettacolo in cui musica e luci contribuiscono a creare un’atmosfera correlata con gli oggetti esposti, che siamo sicuri trasformeranno ciascun visitatore da semplice spettatore ad attore.
    Una sezione speciale della rassegna di quest’anno sarà dedicata a Papa Giovanni Paolo II con dei pannelli fotografici (3mt x2) che ricordano tutte le principali tappe della sua vita.  Papa Giovanni Paolo II infatti, aveva avuto più volte parole di profonda considerazione nei confronti del presepio.
Rivolto ai giovani, in un Suo discorso in Piazza S. Pietro lo aveva definito un elemento della cultura e dell’arte, ma soprattutto un segno di Fede.

Durante la mostra avranno luogo una serie di eventi collaterali che animeranno le strade di Govone, tra questi ricordiamo il “Paese di Natale” del 9 e 16 dicembre. Durante le due giornate sarà possibile assistere, nelle vie del Centro Storico, ad una vera e propria rappresentazione del paese di Babbo Natale, un tuffo al Polo Nord con il tipico spirito che ci porta oltre i confini della magia…!! Folletti e fatine accompagneranno i visitatori tra presepi napoletani, cori natalizi, oggettistica natalizia, storie magiche, sottofondi musicali, ed enogastronomia. Babbo Natale accoglierà tutti i piccoli visitatori nella Piazza del Polo Nord pronto a smistare doni a tutti i bambini che scriveranno le loro letterine e le faranno pervenire entro il 1° dicembre  all’indirizzo : La Casa di Babbo Natale, Via Umberto I,n°29 cap. 12040 Govone – CN-.

Aperta tutti i giorni, compresi i festivi, dal 25 novembre 2007 al 13 gennaio 2007.
Biglietto:  euro 5 intero,  euro 4  ridotto per le comitive e le parrocchie, 3  euro speciale scuole.
Orari: da lunedì a venerdì: la mattina su prenotazione per le scuole, il pomeriggio dalle 15 alle 21.
Sabato e domenica orario continuato dalle 10 alle 22.



Powered by Memoka

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per funzionare meglio e per offrire pubblicità attinente agli interessi dei visitatori. Proseguendo con la navigazione oppure cliccando il pulsante ok acconsenti a ricevere cookie sul tuo dispositivo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi