MORETTI visto da MORETTI

Filed under:Architettura e Design,Lazio — scritto da claudia il 14 Dicembre 2007

moretti e il watergateMORETTI   visto da   MORETTI
dalle carte dell’Archivio Centrale dello Stato

Presentazione alla stampa: 13 dicembre 2007 ore 11.00 
Inaugurazione: 13 dicembre 2007 ore 17.30

A conclusione delle iniziative per il centenario della nascita dell’architetto Luigi Moretti (1907-1973) sarà inaugurata il 13 dicembre 2007 presso l’Archivio Centrale dello Stato, a Roma, la mostra monografica a lui dedicata: Moretti visto da Moretti.

Luigi Moretti è uno dei massimi esponenti di quello che i critici chiamano razionalismo italiano. Fin da giovanissimo, infatti, gli furono commissionate da parte del governo italiano, la realizzazione dei principali edifici che dovevano essere espressione e simbolo dell’utopia fascista. Fu Moretti infatti che progettò la Casa della Scherma e il Piazzale dell’Impero al Foro Italico, la Piazza Imperiale e il Grande teatro per l’Esposizione Universale programmata per il 1942 a Roma e mai realizzata a causa della guerra.

Depositato nel 2000, l’archivio Moretti comprende 195 fascicoli relativi ad altrettanti progetti, consistenti in circa 9000 tavole, di cui circa 2000 disegni originali, ma anche oltre 3000 fotografie, 17 plastici, spezzoni di pellicole collezionate dall’Autore e numerose rarità bibliografiche relative alla sua opera; inoltre corrispondenza, manoscritti, testi di articoli, conferenze, materiale relativo agli studi di carattere urbanistico, alla rivista “Spazio” ecc…

La mostra antologica è la riproposizione, aggiornata e arricchita dei disegni, dei plastici e delle foto originali, della esposizione autobiografica realizzata dallo stesso Maestro nel 1971 a Madrid. Si tratta di 21 opere giudicate dall’Autore come rappresentative del suo percorso professionale, artistico e culturale.

Sarà inoltre presentato il sito web www.architettoluigimoretti.it dove tutti i materiali del fondo Moretti conservato presso l’Archivio Centrale dello Stato possono essere liberamente consultati.
In occasione del centenario è stato redatto il volume  “Moretti Visto da Moretti” dalle carte dell’Archivio Centrale dello Stato, Palombi editore – Roma contenente, tra l’altro un saggio inedito del famoso architetto Peter Eisenman.

Alla cerimonia di apertura della mostra, che sarà presentata dal Prof. Aldo G. Ricci, Sovrintendente all’Archivio Centrale dello Stato, interverranno: Maurizio Fallace, Direttore Generale per gli archivi, Luciano Marchetti, Direttore Generale per i beni culturali e paesaggistici del Lazio,Giulia Rodano, Assessore alla Cultura, Spettacolo e Sport della Regione Lazio e ne discuteranno:Antonella Greco, Luisa Montevecchi, Renato Nicolini, Luigi Prisco, Bruno Reichlin, Livio Sacchi.

La Fondazione CE.S.A.R. Onlus sarà inoltre presente con un propria postazione all’interno della mostra, per tutta sua la durata, con la proiezione del video inedito "EUR Interrotta", per la prima volta presentato al pubblico, con la ricostruzione virtuale dell’edificio del Teatro Imperiale, mai realizzato, disegnato da Moretti per l’E42.

INFO:
Ingresso libero
aperta dal 13 dicembre  2007 al 15 marzo 2008
Orari:                               
Mart – Ven . dalle 15.00 alle 18.00   
Sab dalle 10.00 alle 13.00
Domenica chiuso

Archivio Centrale dello Stato
Piazzale degli Archivi, 27  – 00144 ROMA
www.archivi.beniculturali.it/ACS/
                               
 Info: acs.archivi@beniculturali.it   06 54548568-9

Metamorphosis

Filed under:Fotografia,Lazio — scritto da claudia il 9 Novembre 2007

Chiara ColaGalleria ICIPICI fine art print
via Giulia 96 00186 Roma
06/6873992
www.icipici.it – info@icipici.it
Orario: dal lunedì al sabato ore 10.30 – 19.00

Metamorphosis di Chiara Cola

Da Sabato 10 novembre a Sabato 24 novembre 2007
Vernissage: Venerdì 9 novembre ore 18.00

Morphing di immagini in collage elaborate in fotoritocco. Amore per il passato, nostalgia di cose non vissute o ancora da vivere, collages emozionali, rappresentazione di istinti peccaminosi, antiche memorie inglesi, vite future, linguaggio del cuore, ironia colorata.
Grandi amori: primo fra tutti, Caravaggio.
Luci, ombre, forti contrasti, ansia di vertigine, desiderio di caduta e rinascita, passioni del corpo e della mente, visioni di viaggi, voglia di raschiare la superficie in cerca di meno noiosi mondi paralleli, universi immaginari di colore e libertà.
Visione eroica della vita, dell’uomo, del mondo. 
Amore come motore del cambiamento.

Il Volto Interiore. Raphaelle de Groot

Filed under:Lazio — scritto da claudia il 26 Ottobre 2007

Raphäelle De Groot, Portraits de clients,Raphaëlle de Groot
IL VOLTO INTERIORE
a cura di Cecilia Casorati
6 novembre 2007 – 29 dicembre 2007
Galleria z2o – Roma

La z2o Galleria – Sara Zanin è lieta di presentare l’artista Raphaëlle de Groot con la mostra Il volto interiore.

Il volto interiore è il titolo del progetto inedito che l’artista canadese Raphaëlle de Groot presenta nella sua prima personale italiana. Seguendo una pratica già a lungo sperimentata, l’artista coniuga linguaggi diversi – performance, fotografia, disegno – realizzando un’azione con la partecipazione del pubblico che si svilupperà lungo tutto il periodo della mostra. Il volto interiore è una raccolta di tracce – l’artista, con il volto coperto da una maschera di carta che le impedisce di vedere, realizza un ritratto con le persone che desiderano mettersi in relazione con lei –, di segni, il cui significato si estende oltre l’evidente interesse nei confronti della relazione con lo spettatore. Raphaëlle de Groot ha orientato la propria ricerca verso una ridefinizione del ruolo dell’artista.

Le sue mostre sono dei cantieri nei quali il pensiero, il progetto e la pratica artistica sono “in esercizio” – En exercice è il titolo scelto dall’artista per la sua prima retrospettiva alla Galleria dell’UQAM, di Montréal, nel 2006 – , sono continuamente messi alla prova dalle circostanze e dalle relazione che si stabiliscono, di volta in volta, con il pubblico. In tal modo, l’artista spezza le consuetudini interpretative, aprendosi all’instabilità e alla pluralità del quotidiano di cui il pubblico è l’interprete principale.
“Essere artista, secondo tale spirito, vuol dire sperimentare i propri limiti, intaccare l’idea di una realtà statica, rompere gli schemi rigidi e lavorare in un movimento che persegue il disorientamento e accetta il disagio.”
La mostra alla z2o Galleria l Sara Zanin presenta inoltre una selezione di opere precedenti.
La scelta dei lavori si articola attorno all’interesse dell’artista nei confronti dell’altro, e in particolar modo dei progetti legati al ritratto.

Gli incontri con l’artista si terranno su appuntamento per tutto il periodo della mostra. Per informazioni rivolgersi alla galleria. A conclusione dell’esperienza artistica svolta a Roma sara’ presentato il catalogo a cura di Cecilia Casorati.

Raphaëlle de Groot è nata il 21 ottobre 1974 a Montréal, Quebec, Canada dove vive e lavora. Ha conseguito il diploma di laurea presso l’Università del Québec a Montréal. Dal 1996 opera nel campo dell’arte visiva, sia in Canada sia all’estero.

SCHEDA INFORMATIVA:
Galleria Z2O
Raphaëlle De Groot, Il volto interiore
Inaugurazione: martedì 6 novembre 2007 alle ore 18.00
Sede: via dei Querceti 6, 00184 Roma
Orari: martedì a sabato 14.30 – 19.30 (lunedì chiuso) o su appuntamento
Ingresso libero
Per ulteriori informazioni:  Tel.: +39 06 704 522 61; Fax: +39 06 770 776 16
info@z2ogalleria.it; www.z2ogalleria.it

Giovanni Fattori. Incisioni e disegni

Filed under:Disegni,Lazio — scritto da claudia il 5 Ottobre 2007

La rivoluzione del segno inciso di Giovanni Fattori, per scavare nei territori della fatica di vivere: dal 19 ottobre al 25 novembre 2007, negli spazi della Calcografia dell’Istituto Nazionale per la Grafica di Roma è allestita, a cura di Fabio Fiorani e Maria Cristina Rodeschini, la mostra che presenta 124 acqueforti e 23 litografie di Giovanni Fattori della collezione donata da Luigi Franconi all’Accademia Carrara di Bergamo, dove oggi è conservata, una delle raccolte più ricche di incisioni del grande maestro macchiaiolo.

A dialogare con questo nucleo sono 19 disegni  e, per la prima volta esposto al pubblico, un prezioso taccuino di schizzi raffiguranti studi d’animali, figure di butteri, soldati e piccoli scorci di paesaggio, provenienti dalle collezioni dell’Istituto Nazionale per la Grafica.

Ben nota agli studiosi per il suo carattere di sistematicità, la raccolta Franconi dell’Accademia Carrara di Bergamo, comprende ben 124 delle oltre 200 acqueforti note di Fattori. Non mancano fogli eccezionali, come alcuni esemplari unici e una serie tirata da Fattori con il suo piccolo torchio a mano.

La presenza in mostra anche di alcune stampe custodite dall’Istituto Nazionale per la Grafica, che documentano stati  diversi da quelli presenti nella raccolta Franconi, testimoniano ulteriormente l’approfondita e appassionata ricerca svolta da Fattori in questo ambito espressivo.

L’esposizione consente quindi al pubblico di leggere il percorso grafico dell’artista che, per originalità e modernità, è considerato tra i maggiori incisori dell’Ottocento italiano.

Cenni biografici

Giovanni Fattori (Livorno 1825 – Firenze 1908) si dedicò con particolare interesse all’ incisione solo nella maturità, a partire dagli anni ’80 del XIX secolo, diventando tuttavia un punto di riferimento per la ricerca grafica italiana del Novecento, da Bartolini a Morandi.
Fattori infatti scopre nell’acquaforte la possibilità di sperimentare nuove soluzioni espressive e, rompendo apertamente con la tradizione incisoria, inventa una nuova grafia che, mai uguale a se stessa, asseconda in modo puro, forte e istintivo il mutare dell’ispirazione, ora poetica e malinconica, ora  aspra e dirompente. Arrivando fino alla noncuranza per il dettaglio e per le finezze tecniche, con l’unico obiettivo di tradurre nel segnare deciso e forte quel rapporto diretto e immediato con le cose che contraddistinse il suo essere artista.

Ricorrono nelle vere e proprie intuizioni grafiche del maestro macchiaiolo tanti motivi frequentati nella pittura: vivide “impressioni” campestri, scorci quasi fotografici di stradine riarse dal sole, figure affaticate e impolverate di militari a cavallo e di anti-eroi, contadini al lavoro, cavalli solitari al pascolo, buoi spossati dal peso del giogo, paesaggi boschivi, maremmani e marini. Tutte immagini catturate agli scenari dell’amata Toscana.

Ma nei fogli incisi la “macchia” lascia il posto alla sintesi potente di un segno vigoroso ed essenziale, che scava e corrode la superficie dell’immagine per distillare la cruda e semplice verità del mondo ambientale e umano caro all’artista, incentrato sulla fatica dell’esistenza e sui brani di vita quotidiana degli umili e degli emarginati: “un documento straordinario della scoperta di un’Italia sommersa, osservata con l’impassibile obiettività di chi non ha la mente alterata dai veli classicheggianti”, scrisse Federico Zeri nella prefazione al Catalogo della Donazione Franconi (Ed. Pananti, Firenze, 1987).

Curato da Andrea Baboni, il volume, che è anche catalogo generale dell’opera incisa di Fattori, accompagnerà la mostra romana, completato per questa occasione da un catalogo coordinato delle opere dell’artista conservate dall’Istituto Nazionale per la Grafica.
La mostra è organizzata dall’Istituto Nazionale per la Grafica e dall’Accademia Carrara di Bergamo.
L’Istituto Nazionale per la Grafica dedica la mostra alla studiosa dell’opera grafica di Fattori, Anna Maria Bonagura.

La mostra di Roma inaugura un programma espositivo itinerante dedicato alle opere della Collezione Franconi dell’Accademia Carrara di Bergamo che, dalla fine di maggio 2008, saranno esposte alla Fondazione Querini Stampalia di Venezia.

Roma – Istituto Nazionale per la Grafica
Calcografia, via della Stamperia 6
Orari: 10.00 -19.00. Chiuso lunedì
Ingresso gratuito
Info al pubblico:  tel. 06.699801 o  06.69980242
Sito internet: www.accademiacarrara.bergamo.it


pagina precedente


Powered by Memoka

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per funzionare meglio e per offrire pubblicità attinente agli interessi dei visitatori. Proseguendo con la navigazione oppure cliccando il pulsante ok acconsenti a ricevere cookie sul tuo dispositivo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi