White & Black

Filed under:Collettiva — scritto da Mostre in Italia il 16 marzo 2015

White & Blackwhite & black collection of contemporary art

Online dal 21 Marzo al 30 Aprile 2015

Galleria in 3D http://primopianogallery.com/?page_id=10693

Dopo l’omaggio al colore rosso e al blu zaffiro è la volta del bianco & nero che apre la III edizione di Project Room, la piattaforma virtuale e in 3D della mostra curata da Dores Sacquegna. Le PROJECT ROOM, infatti, sono un ciclo di mostre in real-time in 3D, nate per rendere omaggio all’arte contemporanea in tutte le sue forme e che ripercorrono – attraverso le cromie – la storia dell’arte dagli anni’ 80 ad oggi.

PROJECT ROOM è il primo esperimento totalmente virtuale promosso e allestito da Primo Piano LivinGallery: una mostra e un progetto di didattica multidisciplinare e trasversale sull’arte contemporanea, adatto a tutte le fasce di età e rivolto sia ad artisti e collezionisti che ad appassionati del settore, insegnanti, studenti etc, per stimolare la fruizione dell’opera d’arte nello spazio espositivo, per capire l’importanza dell’allestimento, la qualità degli spazi, i materiali didattici, le opere in mostra, tutti elementi peculiari dell’attività di una galleria d’arte.

Attraverso la fruizione delle opere degli artisti in mostra – che di volta in volta si susseguono tra una cromia e l’altra – passato, presente e futuro perdono le loro coordinate temporali lasciando il posto alla visione tridimensionale e all’immersione totale in ambienti creati al computer con speciali software , celebrando cosi’ l’incontro tra l’alchimia del colore, la materia, la struttura, il concept, l’arte e i nuovi media.

Non a caso lo scenario dell’arte contemporanea attuale si sta sempre più allargando verso frontiere e tecnologie avanzate che necessitano di spazi nuovi e che ridefiniscono il concetto di fisicità dello spazio espositivo creando un dialogo sempre più stretto tra arte, scienza e tecnologia.

In questo contesto la fruizione dell’opera d’arte nelle sue capacità dialogiche e di interazione con l’ambiente e con l’osservatore cambia, creando una nuova estetica della comunicazione e dell’osservazione. lo stesso osservatore in funzione del suo movimento all’interno di un progetto multimediale diviene parte attiva e in certi casi anche costitutiva dell’esistenza dell’opera stessa. Il modello di fruizione è orientato al coinvolgimento polisensoriale dell’osservatore, accompagnato nel viaggio virtuale attraverso guide, cataloghi e altri strumenti di ordine didattico. In questo modo l’arte contemporanea diviene un’opera aperta e fribile da ogni parte del globo, potenziando così la visibilità delle opere degli artisti in mostra.

Collezionisti e appassionati del settore potranno conoscere le tendenze del mercato tra artisti già riconosciuti e nuovi talenti.

Un progetto inedito e allestito esclusivamente online che trasforma la Primo Piano LivinGallery, da galleria fisica a galleria virtuale, continuando la sua mission divulgativa e collaborativa con artisti ed enti nazionali e internazionali sia in spazi fisici che virtuali in Italia e all’estero. Nei due siti web di http://primopianogallery.com/ e http://primopianoatelier.com/ PPLG propone una visione globale dell’attività svolta dal 2004 ad oggi.

ARTISTI IN MOSTRA: Giovanni ALFONSETTI (Mesagne/BR), Massimo ATTARDI (Roma), Loredana CAMPA (Galatina/LE), D&S (Italy), Angioletta DE NITTO (Mesagne/BR), Cor FAFIANI (Olanda), Gerard FRANCES (Francia), Nicole GAULIER (Francia), Maria Franca GRISOLIA (Rep.Domeinicana), Piers HERNRIOT (Francia), Luca MERENDI (Milano), Patrick MITCH (Usa), Maria Luisa IMPERIALI (Milano), Ni JINGCHEN (Cina), JUANCA Juliette Casanova (Francia), GiovannI LAMORGESE (Bari), Gunilla OLDENBURG (Svezia), Andria SANTARELLI (Francia).

La mostra è accompagnata dal catalogo in pdf presto disponibile su http://primopianoatelier.com/

Nori de’ Nobili, donna tra le Donne

Filed under:Marche,Personale — scritto da Mostre in Italia il 2 marzo 2015

Nori de' Nobili, donna tra le DonnePer anticipare la Giornata Internazionale della Donna, sabato 7 marzo alle ore 18 al Villino Romualdo a Ripe di Trecastelli, si inaugura la mostra NORI DE’NOBILI, DONNA TRA LE DONNE, a cura di Chiara Diamantini. Un omaggio a Nori De’ Nobili a cui è dedicato il “Museo tutto al femminile” da parte delle artiste Mirella Bentivoglio, Chiara Diamantini, Ida Gerosa, Elisabetta Gut, Gisella Meo, Patrizia Molinari, Giovanna Sandri, Alba Savoi e Anna Torelli che, nel 1992, ispirandosi alla lettura delle poesie di Nori, hanno eseguito i lavori presenti in questa mostra. Le opere esposte fanno emergere la figura artistica e poetica di Nori, vista con una sensibilità e creatività tutta al femminile, riuscendo a percepire un pensiero e una realtà di vita dell’artista, in quegli anni così difficili a causa della solitudine che è stata costretta a vivere. Queste opere sono servite a rilanciare la figura di Nori De’ Nobili, ed è stata un’operazione portata avanti con coraggio nel 1990 dalle artiste Mirella Bentivoglio e Chiara Diamantini, dal Prof. Carlo Emanuele Bugatti, Direttore del museo stesso e dal Prof. Stefano Schiavoni, i quali hanno voluto fortemente rivalutare e far conoscere l’immaginario creativo di Nori. Chi visiterà la mostra avrà modo di entrare nel mondo immaginario di Nori, attraverso la visione creativa delle nove artiste che si sono ispirate alla lettura dei versi poetici della stessa Nori, interpretandone le sfaccettature della sua grande personalità e le fragilità emotive, in un viaggio emozionale che restituisce al pubblico il personaggio affascinante di Nori, donna e artista legata al territorio, di cui la sua collezione di opere è orgoglio per il Comune di Trecastelli. La mostra è a ingresso libero e sarà visitabile martedì e sabato mattina dalle 10.30 alle 12.30 e sabato e domenica pomeriggio dalle 17 alle 19.30 fino al 03 maggio.

Per Informazioni: Ufficio Turistico_Museo Nori De’ Nobili –Villino Romualdo- Piazza Leopardi, 32 Ripe – Trecastelli; tel. 071. 7957851 – ripeufficioturistico@gmail.com

Da Museo Nori De’ Nobili

Mostra Personale di Sergej Glinkov

Filed under:Personale,Trentino — scritto da Mostre in Italia il

La musa perfettaDal 6 marzo al 30 aprile

“La mia opera è perfetta, e adesso posso mostrarla con orgoglio. Non esisterà mai un pittore, un pennello, un colore, una tela o una luce in grado di rivaleggiare con Catherine Lescault!” … Si fermarono di fronte a una figura femminile a grandezza naturale, nuda a metà, che li colmò di ammirazione. (da Il capolavoro sconosciuto, Honoré de Balzac).

Da questo romanzo nasce la filosofia della nuova mostra del famoso pittore ucraino Sergej Glinkov, che presenta presso la galleria EContemporary di Trieste un progetto di esaltazione del corpo femminile.

Una donna ritratta nelle pose più classiche che enfatizzano la sinuosità e sensualità del corpo. Un corpo che grazie alle cariche pennellate sovrapposte di colori ad olio, alla leggerezza dell’acquarello o alla linearità della china, si dissolve dalla realtà e dalla sua rappresentazione verosimigliante, in modo da permettere all’osservatore di identificarvi le proprie aspettative semantiche.

La pittura di Sergej Glinkov agisce nella de-costruzione della superficie e lascia che siano l’occhio e la mente di chi guarda a ricostruire ciò che resta della forma.
In un’intervista l’artista dichiara: “E’ tutta una questione di fenomenologia della materia e del colore, che per me è l’essenza stessa della pittura. Nessuna pretesa d’innovazione formale o di stile, ma energia vitale messa in circolo tramite il colore e la luce”.

La mostra sarà visitabile sino al 30 aprile 2015.

Spazio Espositivo EContemporary

(Elena Cantori Contemporary)
Via Crispi, 28 – Trieste
www.elenacantori.com

cantori.elena@gmail.com
tel-328-7349711
orario: dal mercoledì al sabato dalle 17 alle 20 gli altri giorni su appuntamento

Grande inaugurazione il 3 marzo alla galleria Sabrina Falzone

Filed under:Collettiva,Lombardia — scritto da Mostre in Italia il

monica bertoliAlla galleria Sabrina Falzone di Milano il mese di marzo si anticipa intenso e ricco di eventi. La programmazione ufficiale dell’ente organizzatore prevede, infatti, una grande inaugurazione espositiva che si terrà martedì 3 marzo alle ore 18 con la partecipazione di rinomati artisti contemporanei, invitati dalla curatrice artistica Sabrina Falzone per la loro eccellente qualità pittorica.

I percorsi espositivi in programma sono i seguenti: “Universo femminile”, “Visioni urbane”, “Frammenti di luce” e “Geometrie dell’universo”.

Nella Saletta Guttuso saranno presentati i dipinti su cartone, appartenenti alla recente produzione artistica di Bruno Carati, che s’ispirano ad una frammentazione dell’unità visiva grazie ad una innata padronanza creativa. La mostra personale “Frammenti di luce” evidenzia significativamente la dominante luministica nelle ricerche pittoriche del maestro milanese, enfatizzata dal preliminare frazionamento della superficie dipinta e successivamente ricomposta in modo da ottenere la massima espressione della luce.

Nello spazio Mirò si potranno ammirare le opere selezionate per il progetto “Geometrie dell’universo”, accomunate da un efficace linguaggio cosmico e spirituale. In evidenza, si segnalano le tele realizzate da Roberto Re (proveniente dalla provincia parmense di Casaltone), caratterizzate da una profondità etica e mentale che si dipana grazie ad un’accorata espressività interiore; inoltre, saranno visionabili i lavori eseguiti da Osvaldo Mariscotti residente a New York, dotati di grande temperamento e carisma.

Nel lussuoso Salone Bernini si svolgerà una bi personale che vedrà confrontarsi due promesse della pittura contemporanea dagli stili ben distinti: Emanuele Biagioni e Monica Bertoli.

Il nucleo di opere proposte da Biagioni, dedicato alle “Visioni urbane”, indaga lo spazio della città immersa nella sua quotidianità contrassegnata da ritmi frenetici, dal caos metropolitano e dal traffico urbano. L’artista toscano, originario della provincia di Lucca (Barga), riesce a cogliere le atmosfere della città in virtù non soltanto di un acuto spirito di osservazione ma anche in virtù di un’interiorizzazione pittorica del contesto circostante. Tale processo di interiorizzazione si evince prevalentemente dall’emozione della luce e dalle eleganti sfumature tonali.

La raffinatezza prosegue nei raggianti volti femminili raffigurati da Monica Bertoli, pittrice autodidatta di origine veneziana attualmente residente a Marcon. Esposti in concomitanza con la Giornata internazionale della donna, i suoi quadri intendono rappresentare l’“Universo femminile” sotto una nuova luce moderna tra grazia, sensualità e bellezza. Attraverso la sua pittura figurativa quantomai dinamica Bertoli ci insegna che emancipazione ed eleganza possono viaggiare sullo stesso binario dell’odierna società.

Esposizione Internazionale d’Arte Contemporanea
Dal 3 al 30 marzo 2015
Vernissage Martedì 3 Marzo dalle ore 18 alle 20

Programma:

Saletta Guttuso, “Frammenti di luce” Personale di Bruno Carati

Spazio Mirò, “Geometrie dell’universo” con Roberto Re, Osvaldo Mariscotti e Bruno Carati

Salone Bernini, “Universo femminile” Bipersonale di Monica Bertoli e “Visioni urbane” di Emanuele Biagioni

Artisti: Monica Bertoli, Emanuele Biagioni, Bruno Carati, Osvaldo Mariscotti, Roberto Re

Via Giorgio Pallavicino 29
20145 Milano – Italy
Orari di apertura: mart-ven h.16-19; sabato h.10-12
Chiuso lunedì e festivi
Ingresso gratuito
www.galleriasabrinafalzone.com



Powered by Memoka

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per funzionare meglio e per offrire pubblicità attinente agli interessi dei visitatori. Proseguendo con la navigazione oppure cliccando il pulsante ok acconsenti a ricevere cookie sul tuo dispositivo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi