Sei mostre a Pisa, Stazione Leopolda, 24/31 maggio 2008

Filed under:Architettura e Design,Toscana — scritto da Mostre in Italia il 28 aprile 2008

LABORATORIO DI ARCHITETTURA

LABORATORIO DI ARCHITETTURA

FRA RICERCA ACCADEMICA E PROFESSIONALE

Pisa, Stazione Leopolda, Piazza Guerrazzi n°2

24-31 maggio 2008 dalle 16.00 alle 22.00

INGRESSO GRATUITO

Tel. 050 21531 info@leopolda.it

Tel. 0584 388657 segreteria@paoloriani.com

Dal 24 al 31 maggio 2008, la Stazione Leopolda di Pisa ospita uno straordinario evento che vede protagonista l’Architettura nella duplice dimensione di ricerca e produzione, svolte in ambito accademico e in ambito professionale, in contesti differenti e distanti tra loro sia geograficamente che culturalmente. Sei mostre, sei incontri tematici e un convegno internazionale qualificano lo spazio storico della Leopolda come contenitore di un laboratorio di architettura, animato dal dialogo tra architetti e critici giapponesi, italiani, albanesi intorno ai quesiti piu’ urgenti e significativi del fare architettura nella realtà contemporanea, in una linea di pensiero che non trascura il rapporto tra architettura, arti e psicologia e torna a interrogarsi sul valore magistrale del nesso classico tra etica ed estetica. L’intento di ICFA (Fondazione Onlus per la cultura italiana), che promuove e realizza l’evento con il patrocinio dell’Università di Pisa e dell’Università Cattolica di Milano, è soprattutto quello di fare emergere l’arricchimento che può venire dallo scambio di conoscenza e dall’interazione tra professionisti e docenti, così nel cantiere dei propri studi professionali come in quello formativo della didattica universitaria.

Dalla mostra Sensai, dove i progetti di dieci architetti giapponesi offrono allo sguardo la dimensione spaziale, raffinata e seducente, più tipica della cultura giapponese, nel suo raro equilibrio tra il costruito e il paesaggio, si passa a cogliere nei lavori di Nobutaka Ashihara lo sforzo creativo richiesto ad un architetto giapponese, attivo nel cuore degli Stati Uniti, per non rinnegare le proprie radici.

L’intreccio poetico di diverse componenti culturali acquisite in tempi e spazi diversi è il segno distintivo della mostra uncharted territories PAOLO RIANI per territori sconosciuti, riproposta in questa sede per la sua capacità di enunciare il forte valore didattico e formativo di un percorso professionale singolare.

Per il valore indicativo dei buoni esiti di una proficua rete di contatti tra i saperi scientifici e culturali di Albania e Italia, si propongono al visitatore i Progetti di valorizzazione del Castello di Elbasan (Albania), eseguiti nell’ambito della ricerca internazionale Italia-Albania Pilot scheme for knowledge, conservation and improvement of Elbasan Kala Fortress.

Può suggerire le potenzialità dell’università come luogo di produzione scientifica, la mostra dei progetti realizzati dagli allievi del Corso di Studi in Ingegneria Edile e Architettura dell’Università di Pisa, che indica il livello di qualità progettuale raggiunto a cinque anni dall’istituzione del Corso omonimo di Laurea Magistrale.

La mostra formata da due installazioni degli artisti Mariella Bettineschi e Giorgio Vicentini, curata da Cecilia De Carli e proveniente dall’Università Cattolica di Milano, rilancia invece attraverso il linguaggio dell’arte l’invito all’università a riconoscere la realtà circostante e ad aprirsi su di essa.

Nella nutrita sequenza degli appuntamenti tematici dentro e intorno all’architettura, si distingue l’incontro dedicato al nesso tra Giustizia e Bellezza, a partire dalla presentazione del libro omonimo ad esso dedicato dallo psicanalista Luigi Zoia, sintomo dell’urgenza di una riflessione strategica da parte di chi, come l’architetto, ha il potere e la responsabilità di incidere fortemente nel presente e nel futuro della vita umana.

L’evento merita attenzione per il suo respiro internazionale e la ricchezza del suo programma, che segnalano e nello stesso tempo apportano fermenti innovativi nel panorama attuale dell’architettura e della cultura contemporanee.

Ufficio stampa Daniela Bonanni – cell. 335 5705807 danielabonanni@interspeed.it

MORETTI visto da MORETTI

Filed under:Architettura e Design,Lazio — scritto da claudia il 14 dicembre 2007

moretti e il watergateMORETTI   visto da   MORETTI
dalle carte dell’Archivio Centrale dello Stato

Presentazione alla stampa: 13 dicembre 2007 ore 11.00 
Inaugurazione: 13 dicembre 2007 ore 17.30

A conclusione delle iniziative per il centenario della nascita dell’architetto Luigi Moretti (1907-1973) sarà inaugurata il 13 dicembre 2007 presso l’Archivio Centrale dello Stato, a Roma, la mostra monografica a lui dedicata: Moretti visto da Moretti.

Luigi Moretti è uno dei massimi esponenti di quello che i critici chiamano razionalismo italiano. Fin da giovanissimo, infatti, gli furono commissionate da parte del governo italiano, la realizzazione dei principali edifici che dovevano essere espressione e simbolo dell’utopia fascista. Fu Moretti infatti che progettò la Casa della Scherma e il Piazzale dell’Impero al Foro Italico, la Piazza Imperiale e il Grande teatro per l’Esposizione Universale programmata per il 1942 a Roma e mai realizzata a causa della guerra.

Depositato nel 2000, l’archivio Moretti comprende 195 fascicoli relativi ad altrettanti progetti, consistenti in circa 9000 tavole, di cui circa 2000 disegni originali, ma anche oltre 3000 fotografie, 17 plastici, spezzoni di pellicole collezionate dall’Autore e numerose rarità bibliografiche relative alla sua opera; inoltre corrispondenza, manoscritti, testi di articoli, conferenze, materiale relativo agli studi di carattere urbanistico, alla rivista “Spazio” ecc…

La mostra antologica è la riproposizione, aggiornata e arricchita dei disegni, dei plastici e delle foto originali, della esposizione autobiografica realizzata dallo stesso Maestro nel 1971 a Madrid. Si tratta di 21 opere giudicate dall’Autore come rappresentative del suo percorso professionale, artistico e culturale.

Sarà inoltre presentato il sito web www.architettoluigimoretti.it dove tutti i materiali del fondo Moretti conservato presso l’Archivio Centrale dello Stato possono essere liberamente consultati.
In occasione del centenario è stato redatto il volume  “Moretti Visto da Moretti” dalle carte dell’Archivio Centrale dello Stato, Palombi editore – Roma contenente, tra l’altro un saggio inedito del famoso architetto Peter Eisenman.

Alla cerimonia di apertura della mostra, che sarà presentata dal Prof. Aldo G. Ricci, Sovrintendente all’Archivio Centrale dello Stato, interverranno: Maurizio Fallace, Direttore Generale per gli archivi, Luciano Marchetti, Direttore Generale per i beni culturali e paesaggistici del Lazio,Giulia Rodano, Assessore alla Cultura, Spettacolo e Sport della Regione Lazio e ne discuteranno:Antonella Greco, Luisa Montevecchi, Renato Nicolini, Luigi Prisco, Bruno Reichlin, Livio Sacchi.

La Fondazione CE.S.A.R. Onlus sarà inoltre presente con un propria postazione all’interno della mostra, per tutta sua la durata, con la proiezione del video inedito "EUR Interrotta", per la prima volta presentato al pubblico, con la ricostruzione virtuale dell’edificio del Teatro Imperiale, mai realizzato, disegnato da Moretti per l’E42.

INFO:
Ingresso libero
aperta dal 13 dicembre  2007 al 15 marzo 2008
Orari:                               
Mart – Ven . dalle 15.00 alle 18.00   
Sab dalle 10.00 alle 13.00
Domenica chiuso

Archivio Centrale dello Stato
Piazzale degli Archivi, 27  – 00144 ROMA
www.archivi.beniculturali.it/ACS/
                               
 Info: acs.archivi@beniculturali.it   06 54548568-9

architettura.paesaggio.design – conferenze ’07

Filed under:Architettura e Design,Lombardia — scritto da claudia il 20 marzo 2007

ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI
DELLA PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA

architettura.paesaggio.design  –  conferenze 07
architettura.paesaggio.design è il titolo che accompagnerà il primo ciclo di serate promosse ed organizzate dall’Ordine degli architetti, paesaggisti, pianificatori e conservatori della provincia di Monza e della Brianza.
Le serate vorrebbero far conoscere le diverse sfacettature della figura e della professione di architetto, da paesaggista, a conservatore, a designer, a pianificatore, attraverso la voce di autorevoli protagonisti che hanno o hanno avuto un forte legame con la provincia.
Le serate, scandite nelle tre aree tematiche afferenti all’architettura, vedranno ospiti tre famosi protagonisti dello scenario italiano ed internazionale: Benedetta Tagliabue (3 aprile-Monza) per la serata di Architettura, Andreas Kipar (27 aprile-Vimercate) per quella dedicata al Paesaggio e Antonio Citterio (18 maggio-Cesano Maderno) per la serata del Design.
La scelta di queste figure ricade su quei professionisti che, o per percorsi formativi o per il proprio operato sul territorio, appartengono in qualche modo alla realtà della Provincia di Monza e Brianza. Ecco perché tale scelta va letta come uno degli obiettivi precipui che l’Ordine, da poco istituito, si è posto, ovvero promuovere l’architettura del territorio.
Una risposta alla rarità di occasioni di dibattito, alla scarsa conoscenza della figura dell’architetto e dell’architettura nella contemporaneità e alla mancanza di coinvolgimento del più vasto pubblico (studenti, operatori di settore, cittadini, amministratori) sui temi dell’architettura e del paesaggio.
Il tentativo è quello di sostenere un rinnovato interesse nei riguardi di una disciplina che, quanto meno nel nostro paese, è ancora appannaggio di una ristretta cerchia di professionisti. Questa iniziativa, vuole essere un mezzo attraverso il quale si cerca di divulgare un linguaggio che possa raggiungere non solo gli “esperti” del settore, ma anche la cittadinanza tutta. Ci si vuole rivolgere ad un pubblico “allargato”, perché l’Architettura, come le altre arti, possa essere apprezzata e discussa da tutti.

Il farsi della città
Benedetta Tagliabue Miralles-Monza, Urban Center – 3 aprile 2007, ore 21
Milanese di nascita, la sua biografia è fatta di continui spostamenti e di esperienze importanti. A Barcellona fonda nel 1993 con Eric Miralles lo studio EMTB, studio che ancora oggi dirige. Tra i  molti progetti realizzati, ricordiamo quelli per il  nuovo Parlamento scozzese, per l’Università di Architettura di Venezia IUAV, per il mercato di S. Caterina, per la nuova sede del Gas Natural e per la diagonal Mar Parc a Barcellona, per  Campus Universitario di Vigo in Spagna e per il porto di Amburgo. È Visiting professor in diverse Facoltà di Architettura in Europa e Stati Uniti e attualmente è docente presso la Escola Tecnica Superior d’Arquitectura del Valles.

Il progetto di paesaggio
Andreas Kipar-Vimercate, Auditorium Biblioteca Civica – 7 aprile 2007, ore 21
Architetto e paesaggista, si forma in Germania e opera nel campo della pianificazione e della progettazione paesaggistica, del verde storico e del recupero ambientale sia in Italia che all’estero. Sul tema della riqualificazione del paesaggio e della ricomposizione urbana è tra gli autori del progetto 2009: Molta + Brianza, che ricalca il modello dei progetti europei già avviati in aree industriali e urbanizzate − come la Brianza −.

Il segno del design
Antonio Citterio-Cesano Maderno, Palazzo Arese Borromeo – 8 maggio 2007, ore 21
È ormai annoverato tra i grandi maestri del design italiano e non solo. Citterio, infatti, investiga larga parte del costruito e lo fa con devozione e amore. La ricercatezza dei dettagli in architettura gli proviene dal mestiere: vincitore del premio più ambito nel campo del design: il compasso d’oro nel 1987 e nel 1995; i suoi prodotti “Mobil” e “Battista”, per Kartell, sono esposti nella collezione permanente del MoMA di New York.

Con il patrocinio di
Comune di Monza
Comune di Vimercate
Comune di Cesano Maderno

Informazioni
www.ordine.architetti.mb.it
Via Zanzi 8a, 20052 Monza
0392307447



Powered by Memoka

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per funzionare meglio e per offrire pubblicità attinente agli interessi dei visitatori. Proseguendo con la navigazione oppure cliccando il pulsante ok acconsenti a ricevere cookie sul tuo dispositivo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi