skip to Main Content

“Zero empathy” personale di Colin Dean

"Zero empathy" personale di Colin DeanApre sabato 17 febbraio alle 18 nelle sale della Galleria d’arte “Mario Di Iorio” della Biblioteca statale isontina la mostra “Zero empathy” personale di Colin Dean.
Nell’esposizione, terza proposta a Gorizia, l’artista inglese propone una serie di sgargianti pannelli decorativi, dipinti, stampe e pastelli. Il titolo descrive la sua reazione allo spigoloso, lineare, rovinato, spezzato mondo creato dall’uomo e dai suoi insopprimibili appetiti. L’arte è dunque in gran parte lineare, appuntita e spigolosa, riferendosi a volte a idee semplici o oscure. I riferimenti al mondo naturale nelle opere sono pochi e obliqui a testimoniare un continuo processo di rifiuto, di distanza da un soggetto profondamente amato ma completamente condannato. Impossibile provare empatia per le persone che non ne hanno per il pianeta in cui vivono, così l’artista si rifugia in geometrie fredde, forme taglienti e angoli bui.

clicca qui per finire di leggere il resto della notizia

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
×Close search
Cerca

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per funzionare meglio e per offrire pubblicità attinente agli interessi dei visitatori. Proseguendo con la navigazione oppure cliccando il pulsante ok acconsenti a ricevere cookie sul tuo dispositivo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi